IMITATIONOFDEATH

Durata: 75 minuti circa

“Un diagramma sulle contraddizioni dell’Uomo Oggi, con i suoi crolli e le sue stampelle fisioterapiche d’appoggio”, spiegano Stefano Ricci e Gianni Forte. “Un regno della mediocrità, di rivolta autolesionista, di degenerazione etica […] forse lo sport migliore è praticare una sana imitazione della Morte”.
La coppia - e la compagnia più trasgressiva d’Italia - approda per la prima volta al Piccolo, nella cornice ‘aperta’ dello Studio, con una nuova produzione. Fisici “perché il corpo è il modo per raccontare un disagio”, immersi nel contemporaneo perché “il teatro è un fatto decisamente politico”, ribaltano le convenzioni del gioco teatrale perché “il performer si rispecchia nel pubblico e viceversa, i Ricci/Forte promettono di essere un evento decisamente nuovo nella programmazione del Piccolo.

Perché vederlo?
Per scoprire un gruppo altamente innovativo e trasgressivo. Perché attraverso i loro spettacoli, dalla forte connotazione visiva e dalla drammaturgia aspra e corrosiva, riescono a interrogarsi e interrogarci sul presente senza scorciatoie o vie di fuga.

Teatro Studio
dal 13 al 18 novembre 2012
IMITATIONOFDEATH
drammaturgia Ricci/Forte
con Giuseppe Sartori, Pierre Lucat, Andrea Pizzalis, Fabio Gomiero, Blanche Konrad, Piersten Leirom, Cinzia Brugnola, Michela Bruni, Barbara Caridi, Chiara Casali, Ramona Genna, Liliana Laera, Mattia Mele, Silvia Pietta, Claudia Salvatore, Simon Waldvogel
movimenti Marco Angelilli
direzione tecnica Davide Confetto
regia Stefano Ricci
produzione ricci/forte in coproduzione con Romaeuropa Festival, CSS Teatro stabile di innovazione del FVG, Festival delle Colline Torinesi, Centrale Fies