Martini: il Cardinale e gli altri

Durata: 75 minuti senza intervallo

Non uno spettacolo, ma la rappresentazione di un viaggio. L’ultimo. Un rito laico che comincia quando la comunità entra e si raccoglie nel luogo dell’evocazione.
Carlo Maria Martini è colto nel momento in cui deve lasciare Gerusalemme per ritornare a casa. La sua è una condizione particolare, inedita: la malattia lo costringe a una progressiva afonia. Per esprimersi, il Cardinale, deve ricorrere all’aiuto di una seconda voce, anima e doppio, rappresentazione di quell’altro che lo abita e che racchiude le voci, i pensieri e le profonde riflessioni sedimentate nell’arco di una vita vissuta dialogando costantemente con gli altri.
Attraverso le parole, le immagini e i luoghi di Martini, si narra di come il Cardinale ha fatto il vescovo a Milano e perché, da Gerusalemme, ha assunto il ruolo di profeta dei nostri giorni; come la Chiesa ambrosiana si è rapportata con la società, la politica e le differenze tra Martini e i vertici dell’episcopato; come Martini ha risposto alle domande del contesto culturale e sociale sulle questioni più scottanti.
Filo rosso del testo è il rapporto di Martini con il "Corriere della Sera", testata per la quale Marco Garzonio (“il maggior esperto martiniano” lo ha definito il cardinal Gianfranco Ravasi) ha seguito Carlo Maria Martini sin dal suo arrivo a Milano. Molto del materiale è tratto anche dagli articoli che il Cardinale scrisse per il giornale, dalle interviste che concesse, dalla posta con i lettori che ha tenuto negli ultimi tre anni della sua vita, dal 2009 al 2012.
Martini rimane punto di riferimento morale per la città, per il Paese, per il mondo occidentale, divenendo una figura cui han guardato Paesi, religioni, istituzioni sparsi ai quattro angoli della terra. Un autentico interlocutore nel dialogo delle culture.

Perché vederlo?
Perché è un ritratto autentico del cardinale Martini, lontano dalle enfatizzazioni dei media. Un testo che non sfugge alle domande più scomode e coraggiose sulle controversie che riguardano la Chiesa oggi.



 

In occasione dello spettacolo, la Fondazione Corriere della Sera e il Piccolo Teatro organizzano un ciclo di incontri dal titolo La Città. Crisi e rinascita di una convivenza. In ricordo di Carlo Maria Martini a cura di Marco Garzonio. Qui sotto il programma completo.

Giovedì 12 settembre 2013 ore 18
Fondazione Corriere della Sera, Sala Buzzati (via Balzan 3 angolo via S. Marco 21)
Solitudini
Khalid Chaouki, Savino Pezzotta, Gino Rigoldi
coordina Marco Garzonio

Giovedì 19 settembre 2013 ore 18
Fondazione Ambrosiana Attività Pastorali - Centro Schuster, Salone Pio XII (via S. Antonio 5)
Violenza
Virginio Colmegna, Mauro Magatti, Salvatore Natoli
coordina Giangiacomo Schiavi

Giovedì 26 settembre 2013 ore 18
Museo Diocesano (corso di Porta Ticinese 95)
Corruzione
Ferruccio de Bortoli, Ivanhoe Lo Bello, Mariangela Zaccaria
coordina Luigi Ferrarella

Giovedì 3 ottobre 2013 ore 18
Piccolo Teatro Studio Melato (via Rivoli 6)
Dialogo
Paolo Branca, Luca Bressan, Giulio Giorello, Giuseppe Laras
coordina Alberto Melloni

Ingresso libero solo con prenotazione a 

comunicazione@piccoloteatromilano.it

Piccolo Teatro Studio Melato
dal 25 settembre al 6 ottobre 2013
Martini: il Cardinale e gli altri
di Marco Garzonio
adattamento, drammaturgia e regia Felice Cappa
con Giovanni Crippa e Lucilla Giagnoni
e la partecipazione di Giovanni Antonio Cappa
video design Matteo Massocco
editing video e light design Valeria Palermo
sound design Paolo Pizzimenti
impianto scenico e costumi Valentina Tescari
assistente alla regia Amanda Spernicelli
un progetto di Fondazione Corriere della Sera, Spoleto56 Festival dei 2Mondi
prodotto da CRT Milano
/ Centro Ricerche Teatrali
Comune di Milano/Cultura - Teatro Convenzionato
in collaborazione con Piccolo Teatro di Milano-Teatro d'Europa