Marie-Louise

concluso

Danza, ma non solo… circo, teatro, musica… L’Éolienne, compagnia francese che intreccia diverse arti dello spettacolo in un unico e originale linguaggio definito “circo coreografico” porta al Piccolo Marie-Louise, una “passeggiata sensoriale ed emozionale” nell’universo di Jérôme Bosch, Edward Hopper, Miró e Egon Schiele.

-
Piccolo Teatro Strehler

Danza, ma non solo… circo, teatro, musica… le creazioni dell’Éolienne intrecciano diverse arti dello spettacolo, ma con un approccio atipico al movimento acrobatico-coreografico già utilizzato da altri gruppi.
Particolarità dei lavori dell’Éolienne è l’utilizzo della voce (parlata, sussurrata, cantata…), la presenza fondamentale della musica e un legame profondo con l’universo cinematografico.
Marie-Louise è il nome di una sorta di cornice intermedia che si pone tra la cornice vera e il quadro - da non confondere con il passpartout, in cartone - ed è il titolo scelto dall’Éolienne per uno spettacolo ispirato al mondo dell’arte: una passeggiata sensoriale ed emozionale, come lo definisce la compagnia, attorno alla pittura. Da Jérôme Bosch a Edward Hopper, passando per Miró e Egon Schiele.

 

Durata: 80 minuti

La Locandina

Piccolo Teatro Strehler
dal 26 al 28 giugno 2015
Marie-Louise
ideazione e coreografia Florence Caillon
musiche originali Xavier Demerlia, Florence Caillon
luci Dominique Maréchal, Gilles Mogis
costumi Flora Loyau
con Laura Collin, Arnaud Jamin, Sébastien Jolly, Jennifer François, Marion Soyer, Guillaume Varin
produzione Compagnia L’Éolienne

Progetti