Tramedautore – Trovata una sega!

Tramedautore si sdoppia in due appuntamenti: il primo, dal 21 al 26 luglio 2015, è dedicato al Teatro delle Regioni e coglie l’occasione, offerta da Expo, di valorizzare la ricchezza e la molteplicità culturale del nostro paese; il secondo, tradizionalmente collocato a settembre (dall’11 al 20) è dedicato alla Cina e alle sue grandi trasformazioni.
La sezione di luglio ospita sei spettacoli provenienti da Friuli Venezia Giulia, Toscana, Veneto, Emilia Romagna, Campania e Sicilia con quattro realtà teatrali che, ricorrendo a un uso inventivo delle lingue e dei linguaggi, hanno approfondito il legame con il loro territorio  FELICI ma furlans – LIVE (22 luglio); Trovata una sega! (23 luglio); Piccolo mondo alpino (24 luglio); Liberata (25 luglio) - e due omaggi a figure chiave della drammaturgia italiana degli ultimi decenni, Annibale Ruccello(Il rione, 21 luglio) e Franco Scaldati (È la terra un’unica finestra, 26 luglio).
Il Festival comprende momenti di incontro, formazione e riflessione tra i quali la Conferenza internazionale sulla drammaturgia polivocale con l’accademico americano Paul Castagno (clicca qui per saperne di più e conoscere tutti gli appuntamenti).

Livorno, estate 1984. A cento anni dalla nascita di Modigliani, la città che gli diede i natali decise di organizzare una mostra a lui dedicata e dragare il Fosso Reale alla ricerca di alcune sue sculture che, secondo la leggenda, l’artista avrebbe gettato via nel 1909 in un moto d’ira. Dopo giorni di vane ricerche, con tanto di proverbiale sberleffo de Il Vernacoliere, che titolava “Trovata una sega!”, ecco la pesca miracolosa di tre teste scolpite che portò a Livorno le Televisioni di tutto il mondo. I maggiori critici d’arte non ebbero dubbi a sancire dinanzi al mondo: “Sono dei capolavori, sono di Modigliani!" E dopo un mese venne fuori che… non erano proprio di Modigliani.

Il lavoro di Taurino si avvale di un divertito mimetismo per riproporre una 
sintesi dell’italianità attraverso una ricca galleria di personaggi e tipi umani.
Una lettura beffarda e amara di quello che siamo partendo da un fatto apparentemente innocuo e lontano”. 
Valentina Sorte, Stratagemmi.it


Antonello Taurino (1980) è autore e interprete degli spettacoli comici La Cosa Fissa (2001), Guasto (2003), Comedian (2008, poi dal 2012 in tournèe anche a New York, Londra, Parigi, Amsterdam, Edinburgo); inoltre Tuz & Bach (2006), tratto da Tre Sorelle;Poeti Folgorati, Reading su Luciano Folgore (2007); Ione da Platone (2008); Il DiavoloIl sogno di Ivan Karamazov (2008, finalista al Premio Calanchi, San Marino, 2009); Miles Gloriosus: ovvero morire d’uranio impoverito, (2011), sua prima pièce per il teatro, che è andato in scena anche al Piccolo Teatro di Milano e con cui ha vinto il Premio “Migliore Regia” al Festival Nazionale “Calandra” (2011).

Piccolo Teatro Grassi
23 luglio 2015, ore 20.30
Trovata una sega!
di e con Antonello Taurino
Produzione Associazione Culturale Musicale Negrimusic Varese