Il Purgatorio

da a al Piccolo Teatro Strehler

A trent’anni di distanza, Federico Tiezzi torna al poema dantesco iniziando dal Purgatorio, scegliendo d’iniziare dalla seconda cantica, quella dell’amicizia e dell’arte: i personaggi sono soprattutto musicisti, pittori e poeti; l’arte è ciò di cui si discorre, ed è forse la strada della salvezza.

Nessun posto selezionato