La Verità

al Piccolo Teatro Strehler da sabato 27 Dicembre a domenica 11 Gennaio

Dall’occasione unica di poter utilizzare come fondale una scenografia originale di Salvador Dalì nasce "La verità" di Daniele Finzi Pasca: una storia surreale, acrobatica, un vaudeville decadente che racconta di ombre deformate e deformanti, di scale sospese nel vuoto, di equilibri impossibili, di piume e paillettes.
al Piccolo Teatro Studio Melato
da gio 8 Gennaio a ven 16 Gennaio

Storia di un patto faustiano, "Light Killer" racconta le avventure di Mikail e HotCal, giovani e luminosi, che mettono la loro luce a disposizione del Greco, fantomatico artista, per ottenere in cambio fama e bellezza e, un giorno, poter diventare opere d’arte. Inquietanti effetti collaterali porranno i protagonisti di fronte e difficili scelte.

 

al Piccolo Teatro Studio Melato
da sab 27 Dicembre a mar 6 Gennaio

La rielaborazione della celebre fiaba dei fratelli Grimm permette alle altrettanto famose marionette della compagnia Colla di riacquisire la funzione satirica di acute commentatrici dei mutamenti sociali e di “vivere” situazioni drammaturgiche e avventure a metà fra sogno e poesia.

 

al Piccolo Teatro Strehler
da lun 26 Gennaio a lun 26 Gennaio

Il secondo concerto della rassegna Jazz al Piccolo - Orchestra Senza Confini è dedicato a "Italian Jazz Graffiti: sul palco del Teatro Strehler si esibirà l'Orchestra Nazionale Jazz Giovani Talenti diretta da Paolo Damiani e Enrico Intra

 

Biglietteria telefonica 848.800.304
al Piccolo Teatro Studio Melato
da lun 19 Gennaio a ven 23 Gennaio

Un terribile disastro ha colpito la Terra e forse distrutto l’intera popolazione, ma gli attori che recitano Shakespeare in un programma radiofonico, bloccati nella stazione radio, decidono di continuare a interpretare alcune tra le più famose scene del grande drammaturgo inglese, nella speranza che qualcuno possa ancora ascoltarle.

 

al Piccolo Teatro Strehler
da mar 20 Gennaio a dom 1 Febbraio

Luigi Lo Cascio presenta la sua versione di "Otello", da lui riscritto in lingua siciliana. Regista e attore (nel ruolo di Iago, accanto a Vincenzo Pirrotta come Otello), colloca la vicenda a tragedia avvenuta, dando una nuova versione del gesto omicida: non la gelosia o la differenza di razza, bensì l'inconciliabilità tra maschile e femminile.

 

News