Enrico IV

al Piccolo Teatro Strehler da martedì 21 Ottobre a domenica 2 Novembre

Il capolavoro di Luigi Pirandello è uno studio sul significato della pazzia e sul rapporto, caro all’autore, tra finzione e verità. Franco Branciaroli porta in scena un Enrico IV che sceglie coscientemente di interpretare il ruolo del pazzo per non cedere a una realtà nella quale non si riconosce più.
al Piccolo Teatro Studio Melato
da mer 22 Ottobre a dom 2 Novembre

Un’originale rivisitazione della tragedia euripidea, con suggestioni da Ovidio, Seneca, Sartre. Lo spettacolo è il racconto di un universo femminile che parla di coraggio, sottolinea la forte riaffermazione della vita al di sopra della violenza e della guerra, ma soprattutto si sofferma sul destino di un gruppo di donne - madri, figlie, sorelle, mogli - che condividono lo status di vittime.

 

al Piccolo Teatro Grassi
da gio 16 Ottobre a dom 26 Ottobre

Roberto Herlitzka incarna il lucido spirito di Pier Paolo Pasolini, a partire da una scelta di testi dello scrittore, regista, poeta friulano. Scritto da Gianni Borgna, lo spettacolo diretto da Antonio Calenda è un omaggio a una delle personalità più interessanti e controverse del nostro secondo Novecento, alle sue straordinarie intuizioni, quasi profetiche, sul piano sociale e politico.

 

al Piccolo Teatro Studio Melato
da mer 5 Novembre a dom 9 Novembre

Con una lingua letteraria e popolare insieme, ispirata alla parlata di quei campi flegrei di cui è originario, Mimmo Borrelli racconta la storia di una Medea contemporanea: Maria Sibilla Ascione, nata da camorrista e di camorrista innamorata, cerca vendetta contro un Giasone di nome Francesco Santokanne Schiavone che le ha intossicato i figli con le esalazioni della terra dei fuochi.

 

al Piccolo Teatro Grassi
da mar 4 Novembre a dom 16 Novembre

Anna Marchesini, accompagnata dalle note del trio Aire de Mar, racconta la tranquilla vita del solitario e mite professor Cirino Pascarella, ad un tratto sconvolta dalla tenutaria della Pensione Smeraldo, dove egli vive, decisa a dargli in sposa la figlia Marilda, ormai quarantenne. Proprio non si può fare...

 

al Piccolo Teatro Grassi
da mar 28 Ottobre a dom 2 Novembre

Dal romanzo di Giovanni Testori, "Passio Laetitiae et Felicitatis", Giovanni e Maddalena Crippa, fratelli nella vita e sulla scena, raccontano una storia di intimità fraterne, di amori irregolari che sfiorano l’incesto e di miseria: una via crucis della vita, scritta e detta in un meraviglioso impasto linguistico testoriano di latino, lombardo e lingua del seicento, che emoziona e commuove.