Se dicessimo la verità

Durata: 65 minuti senza intervallo

Quarta stagione al Piccolo per lo spettacolo nato nel 2011 al Teatro di San Carlo di Napoli come opera-dibattito sulla legalità. Numerosi gli apporti che lo hanno trasformato, negli anni, in una proposta sempre più completa per approfondire un tema scottante come quello della criminalità in Italia, a partire dalla collaborazione con l’Università degli Studi di Milano e in particolare, per l’edizione del 2017, con il Corso di Sociologia della Criminalità organizzata di Nando dalla Chiesa, con il quale il Piccolo svolge da anni un intenso lavoro di studio e riflessione sui temi della legalità. Dopo nove anni e tante storie raccontate, la forma scenica si è evoluta grazie ad una narrazione segnata dal bisogno di capire il nostro prossimo futuro, minacciato da un disimpegno che lascia ancora più spazio al potere criminale, alla “prassi” della corruzione come modus vivendi.

Se dicessimo la verità, perché la verità è molto più insidiosa e scomoda di quanto siamo disposti a confessarci.
«Purtroppo, non possiamo più parlare solo di “infiltrazioni del crimine” – spiegano le autrici Giulia Minoli ed Emanuela Giordano – ma di “complicità con il crimine”, di “prassi criminale” cui ci stiamo abituando, con distratta colpevolezza. Il teatro non dà lezioni di vita e non ci offre soluzioni a buon mercato, suggerisce stimoli e opportunità di conoscere e di riflettere, questo noi cerchiamo di fare, con convinzione, pensando soprattutto ai ragazzi. Ai ragazzi ci rivolgiamo con un lavoro che parallelamente realizziamo nelle scuole di tutta Italia perché lo spettacolo non sia solo un’occasione isolata ma parte di un percorso di avvicinamento a temi fondamentali per la loro crescita».

Piccolo Teatro Studio Melato
dal 27 al 30 aprile 2020
Se dicessimo la verità
da un’idea di Giulia Minoli
drammaturgia Emanuela Giordano e Giulia Minoli
regia Emanuela Giordano
musiche originali Tommaso Di Giulio
aiuto regia Tania Ciletti
con Daria D’Aloia, Giuseppe Gaudino, Domenico Macrì, Anna Mallamaci, Valentina Minzoni
e con Tommaso Di Giulio (chitarra) e Paolo Volpini (batteria)

Se dicessimo la verità è parte integrante del progetto “Il Palcoscenico della legalità”
assistenti al progetto Giulia Agostini, Noemi Caputo, Benedetta Genisio, Claudia Ciorciolini
una produzione Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa

il progetto è promosso da Co2 Crisis Opportunity Onlus, CROSS-Osservatorio sulla Criminalità Organizzata, LARCO- Laboratorio Analisi e ricerca sulla criminalità organizzata - Università degli studi di Torino, Fondazione Pol.i.s, Fondazione Falcone, Centro Studi Paolo Borsellino, Avviso Pubblico. Enti locali e Regioni per la formazione civile contro le mafie, Fondazione Silvia Ruotolo, AddioPizzo, DaSud, Italiachecambia.org, Fondazione Giancarlo Siani.

Età consigliata dai 12 anni per una buona comprensione dei temi affrontati

PRODUZIONE – SPETTACOLO IN ABBONAMENTO
Abbonati online cliccando qui

Platea:
Intero € 33 | Ridotto giovani e anziani (under 26 e over 65) € 21
Balconata:
Intero € 26 | Ridotto giovani e anziani (under 26 over 65) € 18


INFO, ACQUISTI E PRENOTAZIONI

piccoloteatro.org
È possibile acquistare on-line abbonamenti, biglietti interi e in promozione
Gli spettacoli in scena possono essere acquistati fino a un’ora prima dell’inizio della recita in programma.

Biglietteria Teatro Strehler
largo Greppi 1, M2 Lanza. Da lunedì a sabato 9.45-18.45; domenica 13-18
È possibile acquistare biglietti interi o ridotti (under-26 e over-65) e abbonamenti
Da un'ora prima dell’inizio della rappresentazione, la biglietteria è attiva esclusivamente per la recita in programma.

Biglietteria telefonica 02 42411889
da lunedì a sabato 9.45-18.45; domenica 10-17
È possibile acquistare biglietti interi o ridotti (under-26 e over-65) e abbonamenti.

Biglietteria automatica Chiostro Nina Vinchi
via Rovello 2, M1 Cordusio. Attiva negli orari di apertura del Chiostro
È possibile acquistare abbonamenti, biglietti a prezzo intero e in promozione
I biglietti per gli spettacoli in scena possono essere acquistati fino a un’ora prima dell’inizio della recita in programma.

Prenotazioni
Il servizio di prenotazione è disponibile solo per gli abbonati. La prenotazione è valida  fino ad un mese prima della data scelta: per esempio, se si prenota uno spettacolo in scena il 15 marzo, occorre ritirare i posti entro il 15 febbraio. La prenotazione dovrà essere ritirata, entro la scadenza, alla biglietteria del Teatro Strehler o attraverso la biglietteria telefonica.
Le prenotazioni non confermate saranno annullate automaticamente.
Non è possibile effettuare prenotazioni con meno di un mese di anticipo dalla data scelta.
Si ricorda che i tagliandi stampati non possono essere sostituiti né rimborsati.
I titolari di abbonamenti Oro, invece, possono annullare, gratuitamente, i propri tagliandi già emessi entro e non oltre le ore 18 del giorno precedente la data riportata sul tagliando stesso.

Informazioni importanti sugli Abbonamenti
Per gli abbonati under 26 anni e over 65, l’emissione dell’abbonamento a prezzo ridotto è possibile solo previa presentazione di un documento di identità valido presso la biglietteria del Teatro Strehler.
I biglietti di abbonamento prevedono l'assegnazione del posto in base alla disponibilità della data e dello spettacolo scelto.

Servizi per le disabilità
Per informazioni su prezzi, posti e servizi dedicati clicca qui

E-mail dedicata al pubblico
servizioalpubblico@piccoloteatromilano.it


Per ragioni artistiche non è consentito l’accesso in sala a spettacolo iniziato. È possibile accedere ai propri posti durante l’intervallo, ove previsto.
I biglietti acquistati non possono essere annullati e sostituiti, né utilizzati in date e orari diversi da quelli indicati.

Gruppi e pubblico organizzato
Per informazioni su biglietti e abbonamenti per  il pubblico organizzato, pomeridiane per le scuole e recite mattutine rivolgersi all’Ufficio promozione pubblico e proposte culturali
tel. 02 72 333 216
mail promozione.pubblico@piccoloteatromilano.it