Il lavoro teatrale di Emma Dante

“Come Pirandello adesso esploro il mistero infinito dei corpi in scena” afferma Emma Dante. E cita un brano  dei Giganti della montagna di Pirandello Nessuno di noi è nel corpo che l’altro ci vede, ma nell’anima che parla chi sa da dove…
Bestie di scena
 è un punto di arrivo nel percorso artistico di Emma Dante: partendo da spettacoli in cui la lingua è trattata anche come polifonia tra dialetto e italiano, elaborata per e attraverso la scena, la regista arriva a un teatro che plasma fino al possesso il corpo vivo di chi è in palcoscenico.

Roberta Carpani, docente all’Università Cattolica del Sacro Cuore, parla del Lavoro teatrale di Emma Dante nell’incontro organizzato dal Piccolo Teatro martedì 21 febbraio 2017 (ore 17, Chiostro Nina Vinchi) in occasione del debutto dello spettacolo Bestie di scena (al Teatro Strehler dal 28 febbraio al 19 marzo).