Dialoghi di vita buona – Politica, popolo, post

Che responsabilità ha la comunicazione in Italia nella grave crisi attuale della politica, della democrazia, delle istituzioni? Se la presenza sulla ribalta della comunicazione e la conquista del consenso diventano il fine pressoché esclusivo dell’azione politica, che fine fa l’impegno per il bene comune e per la costruzione di un Paese migliore che proponga un futuro per tutti?

In un’epoca in cui i media digitali hanno ridefinito i contorni del dibattito politico, e i processi di partecipazione “digitalizzati” appaiono come il luogo di una più raffinata e potente riproposizione delle pratiche manipolative dei vecchi media, in quale modo il paradigma digitale (velocità-capillarità-customizzazione) inciderà sulla qualità e sulle modalità dell’esercizio della rappresentanza?

E cosa è diventata la comunicazione della politica? Racconta solo storie e narrazioni? Si è definitivamente sciolta la corrispondenza tra ciò che si dichiara, annuncia, promette e la realtà con le sue esigenze ed evidenze?

Interventi

Il discorso del leader. Evoluzioni e rivoluzioni
Alberto Martinelli, Università degli studi di Milano

Post populismi. I social media, terza camera della repubblica
Enrico Mentana, direttore Tg La7

Che ne sanno i duemila. La partecipazione politica per i giovani italiani
Rita Bichi, docente di Sociologia Generale all’Università Cattolica e fra i curatori del Rapporto Giovani dell’Istituto Giuseppe Toniolo

Per una nuova stagione di partecipazione
Massimo Cacciari, filosofo, comitato scientifico Dialoghi di vita buona

Modera il dibattito Tiziana Ferrario, inviato Rai Tg1
Interventi musicali di Giulio Casale che eseguirà brani di Giorgio Gaber

Nati per iniziativa del cardinale Angelo Scola e del professor Massimo Cacciari, i “Dialoghi di vita buona” sono promossi da diverse realtà culturali, sociali, economiche della metropoli milanese tra cui la Diocesi ambrosiana con il suo Arcivescovo mons. Mario Delpini e vogliono essere una risposta comune alla frammentazione che caratterizza la nostra società.

È possibile partecipare attivamente alla serata seguendo l’account twitter @dialoghivb o twittando con utilizzando l’hashtag #dialoghi.