Festival Mix 2020 – Teatro Strehler

Love Together è il tema della 34° edizione del Festival Mix, che, con la rinnovata direzione artistica di Paolo Armelli, Andrea Ferrari e Debora Guma, propone quattro giornate dedicate alla migliore cinematografia LGBTQ+ nazionale e internazionale con particolare attenzione alle tematiche sociali riguardanti l’impegno civile, la difesa dei diritti e delle diversità, l'ecologia, le migrazioni.
Il Festival propone quest'anno un'inedita formula "ibrida" con proiezioni, incontri e dj set al Teatro Strehler e al Teatro Studio Melato che si accompagnano alla visione in streaming su MYmovies.

Si inizia giovedì 17 settembre al Teatro Strehler con la cerimonia di apertura presentata dal comico Paolo Camilli e accompagnata dalla performance dei Bhava Dance Project e con il conferimento del titolo di "Queen of Comedy" a Paola Cortellesi. A seguire la proiezione del film And Then We Danced dello svedese di origine georgiana Levan Akin, che racconta un percorso di formazione, di accettazione e consapevolezza, sullo sfondo di una società conservatrice e patriarcale come quella georgiana. 
Nucleo centrale del programma sono i tre concorsi internazionali dedicati a lungometraggi, cortometraggi e documentari.
Tra le pellicole proiettate al Teatro Strehler, alcuni titoli inediti in Italia: venerdì 18 settembre, alle ore 18, Welcome to Chechnya, documentario di David France sulla persecuzione delle persone LGBTQ+ in Cecenia, la cui proiezione – in collaborazione con Amnesty International– sarà preceduta da un dibattito con Yuri Guaiana, presidente dell’associazione radicale "Certi diritti" e con due attiviste russe in collegamento video; alle ore 20.45 La Leyenda Negra opera prima di Patricia Vidal Delgado, protagonista una giovane immigrata salvadoregna in lotta per adattarsi alla scuola di Los Angeles, sullo sfondo delle nuove leggi sull’immigrazione volute da Donald Trump; sabato 19, alle ore 19, Saint-Narcisse di Bruce LaBruce, definito “una fiaba pansessuale nel Canada libertario degli anni Settanta”, che racconta di Dominic (interpretato da Félix-Antoine Duval), un ventiduenne perdutamente innamorato della sua immagine; mentre alle 22.15 sarà la volta di Kokon, opera seconda della tedesca Leonie Krippendorff, una storia di formazione con protagonista la quattordicenne Nora, sullo sfondo di un’estate caldissima nel quartiere multietnico berlinese di Kreuzberg. La proiezione, organizzata in collaborazione con il Lovers Film Festival, sarà introdotta da Vladimir Luxuria.

Scopri il programma completo sul sito www.festivalmixmilano.com