Tramedautore – La classe. Ritratto di uno di noi

Tramedautore 2019 si cala nella cultura euromediterranea, dal carattere intrinsecamente plurale, per creare un percorso spettacolare che indaghi le regole della convivenza e aiuti a ricomporre orizzonti, superare solitudini. Sul versante nazionale, fra le altre proposte, un focus sulla drammaturgia siciliana, mentre sul fronte internazionale il festival dà voce a uno degli artisti più interessanti del Kosovo e a una conferenza /spettacolo multilingue.
Oltre agli spettacoli, nel Chiostro, un ciclo di 10 appuntamenti, Camp degli Autori, alle ore 19.

La classe. Ritratto di uno di noi
Quattordici giovani attori preparano uno spettacolo su Anders Behring Breivik, l’attentatore norvegese che il 22 luglio 2011 ha ucciso 77 connazionali sull'isola di Utøya, ove era in corso un campus organizzato dalla sezione giovanile del Partito Laburista Norvegese. Il pubblico "spia" le prove, "origlia" le discussioni, ride della loro leggerezza e li segue mentre cercano di trattare un argomento oscuro e indecifrabile qual è il delirio di un uomo responsabile di un massacro.
Sono ventenni portatori di una forte energia poetica, che si interrogano su ogni scelta da compiere, su ogni parola da usare. Così La classe mostra: uno spettacolo e il suo processo creativo, la qualità collettiva della recitazione, la sorprendente maturità autorale di Francesco Ferrara alla sua prima drammaturgia, il continuo cortocircuito tra realtà e finzione.

Francesco Ferrara (1985), si laurea nel 2011 in Lettere Moderne all'Università di Siena con una tesi sulla poesia di Dylan Thomas. Alternando lavoro e studio, frequenta per due anni il corso di laurea in Filosofia della Federico II di Napoli e consegue un Master in Drammaturgia e Cinematografia nella stessa università. Scrive racconti e ne pubblica alcuni su riviste letterarie (Sempre con te in Tre Racconti, Candeline in Carie, Oltre la porta dello stabilimento tre in I racconti di Cultora). Attualmente è allievo drammaturgo della Factory del Teatro Bellini di Napoli. Tra i suoi testi teatrali, La Classe. Ritratto di uno di noi, con la regia di Gabriele Russo, è stato messo in scena al Napoli Teatro Festival, edizione 2018, e poi inserito nella stagione del Piccolo Bellini 2018/2019. Nella stessa stagione è andato in scena Look Like, di cui è autore, per la regia di Salvatore Cutrì.


Chiostro Nina Vinchi
ore 19.30, ingresso libero
Camp degli Autori | Chiara Taviani – Drammaturgia nascosta
con Carlo Bussetti, Loretta d’Antuono, Simone Previdi, Marta Ruggieri

Piccolo Teatro Grassi
lunedì 16 settembre 2019, ore 20.30
La classe. Ritratto di uno di noi
di Francesco Ferrara
regia Gabriele Russo
con Luigi Adimari, Chiara Celotto, Rosita Chiodero, Salvatore Cutrì, Claudia D'Avanzo, Maria Francesca Duilio, Michele Ferrantino, Eleonora Longobardi, Luigi Leone, Andrea Liotti, Simone Mazzella, Salvatore Nicolella, Manuel Severino, Arianna Sorrentino costumi Chiara Aversano
costumi Chiara Aversano, disegno luci Giuseppe di Lorenzo
aiuto regia Salvatore Scotto D’Apollonia
produzione Fondazione Teatro di Napoli – Teatro Bellini

Biglietti
posto unico
 Intero € 15 | Ridotto under 26 e over 65 € 10


INFO, ACQUISTI E PRENOTAZIONI

piccoloteatro.org

È possibile acquistare on-line abbonamenti, biglietti interi e in promozione
Gli spettacoli in scena possono essere acquistati fino a un’ora prima dell’inizio della recita in programma.

Biglietteria Teatro Strehler
largo Greppi 1, M2 Lanza. Da lunedì a sabato 9.45-18.45; domenica 13-18.30
È possibile acquistare biglietti interi o ridotti (under-26 e over-65) e abbonamenti
Da un'ora prima dell’inizio della rappresentazione, la biglietteria è attiva esclusivamente per la recita in programma.

Biglietteria telefonica 02 42411889
da lunedì a sabato 9.45-18.45; domenica 10-17
È possibile acquistare biglietti interi o ridotti (under-26 e over-65) e abbonamenti.

Biglietteria automatica Chiostro Nina Vinchi
via Rovello 2, M1 Cordusio. Attiva negli orari di apertura del Chiostro
È possibile acquistare abbonamenti, biglietti a prezzo intero e in promozione
I biglietti per gli spettacoli in scena possono essere acquistati fino a un’ora prima dell’inizio della recita in programma.

Prenotazioni
Il servizio di prenotazione è disponibile solo per gli abbonati. La prenotazione è valida  fino ad un mese prima della data scelta: per esempio, se si prenota uno spettacolo in scena il 15 marzo, occorre ritirare i posti entro il 15 febbraio. La prenotazione dovrà essere ritirata, entro la scadenza, alla biglietteria del Teatro Strehler o attraverso la biglietteria telefonica.
Le prenotazioni non confermate saranno annullate automaticamente.
Non è possibile effettuare prenotazioni con meno di un mese di anticipo dalla data scelta.
Si ricorda che i tagliandi stampati non possono essere sostituiti né rimborsati.
I titolari di abbonamenti Oro, invece, possono annullare, gratuitamente, i propri tagliandi già emessi entro e non oltre le ore 18 del giorno precedente la data riportata sul tagliando stesso.

Informazioni importanti sugli Abbonamenti
Per gli abbonati under 26 anni e over 65, l’emissione dell’abbonamento a prezzo ridotto è possibile solo previa presentazione di un documento di identità valido presso la biglietteria del Teatro Strehler.
I biglietti di abbonamento prevedono l'assegnazione del posto in base alla disponibilità della data e dello spettacolo scelto.

Servizi per le disabilità
Per informazioni su prezzi, posti e servizi dedicati clicca qui

E-mail dedicata al pubblico
servizioalpubblico@piccoloteatromilano.it


Per ragioni artistiche non è consentito l’accesso in sala a spettacolo iniziato. È possibile accedere ai propri posti durante l’intervallo, ove previsto.
I biglietti acquistati non possono essere annullati e sostituiti, né utilizzati in date e orari diversi da quelli indicati.